lunedì 31 marzo 2008

I video di Beppe Grillo e Sonia Alfano a Catania.

Si è da poco concluso lo spettacolo di Beppe Grillo, che è tornato a Catania per presentare Sonia Alfano. Un "tour" Siciliano che ha toccato Parlermo, Caltanissetta e Messina. In più di 5000 sono accorsi in Piazza Dante per Beppe, e le sue incazzature sull'Italia di oggi, i suoi "vaffanculo" e le sue battute, e per Sonia, che spero davvero riceva tantissimi voti, per dare un segnale forte al quasi sicuro "inciucio" tra Lombardo e Finocchiaro, come ha detto la stessa candidata della lista "Amici di Beppe Grillo".
Se fosse veramente così, se davvero, come per il parlamento, l'uno è già "d'accordo" con l'altro indipendentemente da chi vinca, possiamo davvero emigrare. Emigrare è stata una parola spesso chiamata in ballo in questo "comizio". Ed è veramente assurdo che la nostra schifosa classe politica già instilli questo pensiero in una generazione ormai "andata", come hanno ricordato sul palco anche i candidati al Consiglio Comunale (sempre lista Beppe Grillo) per Catania e per Siracusa. Candidati giovani e incazzati come molti giovani "già vecchi", che davvero non ce la fanno più.
Ovviamente non potevo mancare io con la mia fedele video/fotocamera, i cui filmati sono già sul mio canale di YouTube. Ho anche portato un grande cartello della Critical Mass, che Grillo sostiene sempre e che ricorda a tutti quando può nei suoi spettacoli. Purtroppo, ha dimenticato di citarci, sebbene il cartello fosse ben esposto. Pazienza. :)
Ecco i miei video della serata:
Durante gli interventi si è parlato di Ponte, del prossimo V-Day del 25 aprile per tre referendum contro i giornalisti, della disinformazione di giornali e TV italiane, della libertà di internet e di tanto altro.
Sonia Alfano, intervenuta dopo Beppe e portando sul palco dei cannoli (chi vuol capire capisca) ancora una volta si è dimostrata il vero e unico ANTIDOTO contro il malgoverno che si prospetta per questa Regione.
E' stato amareggiante però, sentirsi ricordare da entrambi che la Sicilia "potrebbe"... ma che alla fine, grazie a tutti quelli che l'hanno governata fin'ora, non ultimo Cuffaro, non ha mai fatto.

Infine mi scuso con i Grilli dell'Etna (dei quali continuo a ricordare il massiccio impegno INCONDIZIONATO, e co-organizzatori della serata), visto che ho dimenticato una bottiglietta per terra, benchè, da forti sostenitori dell'ambiente, avessero detto di lasciare pulita la piazza. Scusatemi, probabilmente sarà stata la fretta di "youtubizzare" i miei video. :)

sabato 29 marzo 2008

L'importanza di essere al posto giusto nel momento giusto.

"Non esiste la fotografia artistica. Nella fotografia esistono, come in tutte le cose, delle persone che sanno vedere e altre che non sanno nemmeno guardare".
Questo è quello che diceva Nadar, al secolo Gaspard-Félix Tournachon, fotografo parigino di fine 800. Però esistono anche le persone giuste che, al momento giusto, hanno il dito sul "click". Persone che il quel momento, fotografi o no che siano, riescono a cogliere istantanee davvero incredibili. Girando per il mondo del vùvùvù, questi sono tra gli scatti più pazzeschi della rete, alcuni con relativo "titolo"!

Thanks to Blingit and Damn Cool Pic's section "you fail".


This Is Gonna Hurt

.........

No, No. No… You Can’t Fly…Now Again…This Time With Feeling!! (la migliore secondo me)

Oohpfff!
What Do You Mean There’s a Storm Coming?

Three Points!

What Are You Talking About?.. There’s Nothing Down Here…

Are They Looking?

Which Way Is Up?

The Saint

giovedì 27 marzo 2008

Arriva Beppe Grillo! Domenica 30 marzo a Catania.

Il Meetup Catanese di Beppe Grillo, i Grilli dell'Etna, si sta davvero dando da fare. Giustamente direi. Visto che finalmente, con Sonia Alfano candidata alle Regionali, i Siciliani possono davvero smettere di essere MALgovernati dalle stesse (vecchie) facce.
Si profila un fine settimana ricco di appuntamenti per la città di Catania, dove domenica 30 marzo Beppe Grillo in persona terrà con la stessa Sonia Alfano un "comizio elettorale" in Piazza Dante, alle 20:00.

Ieri sera i Grilli dell'Etna hanno proseguito la loro attività di Ciclovolantinaggio, per il voto alla lista civica "Amici di Beppe Grillo", unendosi alla Critical Mass Catanese, che come ogni mercoledì sera parte da Piazza Roma alle 21.30.
Le prossime attività saranno:
giovedì, 27 marzo
Festa al “Carlito’s (via Gisira 71).
Durate la consueta serata del giovedì, l’occasione per conoscersi, informarsi e divertirsi.
domenica, 30 marzo
"Comizio elettorale” in piazza Dante (ore 20.00). Con Beppe Grillo e Sonia Alfano.
mercoledì, 2 aprile
Sonia Alfano a Catania. Conferenza stampa (ore 19.30) e buffet (ore 20.30) presso “Ioco - museo del giocattolo” (via Vittorio Emanuele 201)
Un impegno che non può non essere premiato, e penso che non ci sarebbe soddisfazione più grande di vedere finalmente un cittadino al governo della Regione Sicilia, e non il solito politicante scaldapoltrona.
"Ridare dignità ai cittadini che non si sentono e non vogliono più essere rappresentati dalla attuale CASTA dei partiti". Proprio come dice un estratto del volantino che molti siciliani sanno ricevendo, e sottolineo ancora, un volantino completamente di carta riciclata, al contrario del patinato amato dai "politiconi". Già questo dovrebbe far pensare.

Per tutto il resto... aspettiamo il Grillone nazionale che finalmente verrà a Catania. Domenica prossima quindi. Il 30 marzo tutti in Piazza Dante!!!
...E il 13 e 14 aprile tutti alle urne a votare SONIA ALFANO!

mercoledì 26 marzo 2008

Meteora della settimana: THE VAPORS.

Una delle poche meteore (davvero poche) che si possono trovare nel panorama Punk/New Wave di fine anni 70. La loro storia dura tre soli anni, dal '79 all'81, il loro singolo più famoso, che spesso si sente qua e la anche in qualche film, dura anche meno.
Loro sono THE VAPORS, con la loro TURNING JAPANESE!



Scimmiottando gli usi e costumi orientali, pare che i Vapors volessero in realtà richiamarsi al tema della masturbazione e alle "espressioni facciali che si assumono in quel momento" (I'm TURNING Japanese). Dopo il 3° posto nella UK chart, in Italia la canzone è stata praticamente un fantasma. I "Vapors" erano: Howard Smith batteria ,Dave Fanton chitarrista e cantante , Edward Balzagette chitarrista , Steve Smith bassista.
Ma che fine hanno fatto?
Pare che Fenton sia diventato un avvocato "musicale", si occupa cioè delle questioni legali di cantanti e case discografiche, mentre Balzagette fa il regista di documentari per la BBC.
Pero', strano ma vero, anche loro hanno un sito internet.
TURNING JAPANESE - THE VAPORS - 1980

I've got your picture of me and you
You wrote "I love you" I wrote "me too"
I sit there staring and there's nothing else to do
Oh it's in color
Your hair is brown
Your eyes are hazel
And soft as clouds
I often kiss you when there's no one else around

I've got your picture, I've got your picture
I'd like a million of you all 'round myself
I want a doctor to take your picture
So I can look at you from inside as well
You've got me turning up and turning down
I'm turning in I'm turning 'round

I'm turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
Turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
I'm turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
Turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so

I've got your picture, I've got your picture
I'd like a million of them all 'round myself
I want a doctor to take your picture
So I can look at you from inside as well
You've got me turning up I'm turning down
I'm turning in I'm turning 'round

I'm turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
Turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
I'm turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
Turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so

No sex, no drugs, no wine, no women
No fun, no sin, no you, no wonder it's dark
Everyone around me is a total stranger
Everyone avoids me like a cyclone Ranger
Everyone...

That's why I'm turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
Turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
I'm turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so
Turning Japanese
I think I'm turning Japanese
I really think so

The Acappella Swingers non passano al televoto di X-Factor.

Pazienza... il fatto che questi bravissimi ragazzi non cel'abbiano fatta non deve sminuirli affatto. Hanno datto tutto con una canzone che non era neanche tra le loro "preferite". Sono stati messi in ballottaggio alla fine del programma con altri due cantanti (solisti) molto bravi, e alla fine hanno lasciato il posto nella "Factory di X-Factor" a "Silvia", appunto la vincitrice del televoto.
Ecco il video della loro performance televisiva.


Morgan , che fa parte della giuria (insieme a Simona Ventura e Mara Maionchi), ha personalmente proposto gli Acappella Swingers dopo averli sentiti nei provini, entusiasta. Questo è stato il suo commento dopo l'esibizione di stasera:
"Questo gruppo procura un piacere sia intellettuale che fisico"
E se lo dice Morgan...

martedì 25 marzo 2008

THE ACAPPELLA SWINGERS stasera a X FACTOR!

Torno dalle vacanze di Pasqua, e trovo una bella notizia. The Acappella Swingers, una tra le realtà canore secondo me più belle provenienti dalla mia città, saranno presenti questa sera a X-Factor, famoso reality "musicale" che è già un successo in molte parti del mondo.
The Acappella Swingers sono un quintetto vocale catanese formato da Dario Greco (tenore), Michael Lauria (tenore), Gemma La Pergola (contralto), Elisa Caudullo (soprano), Marco Tinnirello (baritono/basso). Senza strumenti di accompagnamento e dal vivo ricreano un’atmosfera fatta di "up-time" scatenati e romantiche ballate d'amore, per un autentico viaggio indietro nel tempo segnato anche dagli abiti di scena in puro stile Fifties. Una manna per tutti gli amanti del Rock 'n roll anni 50 e della buona musica in generale.





Durante la trasmissione, che andrà in onda stasera su Rai2, ci sarà (come in tutti i reality che si rispettino) il televoto. Quindi, aficionados del blog, catanesi e non, popolo rockabilly e non... VOTATE PER GLI ACAPPELLA SWINGERS!!!

Click qui per sapere come televotare, il numero per gli sms ve lo dico subito, è 48444, ma si potrà votare non prima di stasera.
BUONA FORTUNA RAGAZZI!!!

venerdì 21 marzo 2008

5 ANNI IN IRAQ: negli States è impossibile manifestare contro i servi del petrolio.

Se dopo 5 anni di guerra ad un paese che non aveva mai direttamente minacciato gli USA (che fine ha fatto l'Afghanistan di Bin Laden??), come poter ricordare 4.000 soldati statunitensi morti, 120.ooo DOLLARI AL MINUTO di costi, 63.000 innocenti uccisi?
FESTEGGIAMO!! O meglio, questo e come la pensa Raccomandazione Giorgino Bush, e guai a fare il comunista!! (ovvero a mettere un "NO" davanti a qualsiasi parola).
Mentre dal Pentagono, il "presidente" (a quanto pare del Mondo) spiegava perchè la guerra in Iraq fosse giusta, in mezza America le strade venivano occupate da milioni di manifestanti, tutte con un unico scopo: dire BASTA.
E non è questione di appendere ai balconi bandiere arcobaleno della PACE. Questa NON E' UNA GUERRA!!! E' UN CAPRICCIO. Ma in questo caso, a chi ha comandato questo massacro, a chi ha messo le basi per l'undici settembre avendo quindi il pretesto giustificato per fare tutto quello che ha fatto, dall'alto dalla sua cellula blindata monoposto interspaziale subacquea sul suo aereo blu, importa poco. Per sottolineare questo dato a Cincinnati (Ohio) i manifestanti hanno disseminato le vie del centro cittadino con 4.000 magliette, simboleggianti appunto il numero dei soldati caduti. A Dallas invece, in Texas, a molti giovani in corteo si sono uniti veterani e reduci della guerra in Iraq che hanno preso la parola proprio nella piazza in cui, il 22 novembre del 1963, venne ucciso il presidente Kennedy. A Washington si sono svolte le manifestazioni più "calde", che hanno visto fin dalla mattinata una trentina di persone arrestate. Alcuni arresti sono stati fatti davanti all'American Petroleum Institute, dove alcuni manifestanti hanno cercato di arrampicarsi sulle finestre dell'edificio esibendo cartelli su cui era scritto 'No blood for Oil' (no al sangue per il petrolio).
Una cosa simile, ma giustamente senza arresti, è accaduta in piccolo anche l'anno scorso a Roma, durante la "Ciemmona", quando un gigantesco lenzuolo con scritto NO OIL è stato steso su un muro di Piazza del Popolo.
Un'altra decina di persone sono state arrestate sempre a Washington per aver cercato di bloccare il traffico, chi coricandosi sull'asfalto e fingendosi vittima di un'autobomba, chi legando tra loro più biciclette per formare una barriera. Beh anche loro però lo sapevano, visto che spesso negli States, la polizia ha l'ordine di ARRESTARE quelli che fanno CRITICAL MASS, senza nessuna accusa!!! Visto che pedalare e usare la bici è un diritto tanto quanto usare l'auto, ma il solo fatto di mettere in discussione la politica a favore del petrolio, a qualcuno non va bene.



E pensate, in questo caso possiamo anche ritenerci più fortunati dei poveri statunitensi che invano cercano di usare il diritto di manifestsare liberamente, pilastro in una società che si dice democratica. Sicuramente ricorderete come è stato trattato un ragazzo a una convencion di John Kerry, semplicemente per aver fatto delle domande legittime, prendendo spunto tra l'altro da parole non sue, ma di un libro."Armed Madhouse" (manicomio armato) di Greg Palast.



Quando si vedono queste cose... qual'è la reazione?? Scappi dall'Italia, e trovi un mondo governato COSI' dagli Stati Uniti.
Infine è da segnalare, tra le proteste americane di oggi contro la guerra in Iraq, anche quella dell'attore e regista Sean Penn, che ha annunciato il suo ultimo lavoro, la cooperazione ad un documentario-denuncia delle "guerre facili" fatte dall'America da Kennedy in poi. La pellicola - che ha Penn come narratore - sarà presentata domani a New York. Il documentario accusa i presidenti americani via via succedutisi alla Casa Bianca dopo la Seconda Guerra Mondiale di aver manipolato l'opinione pubblica per far crescere nella nazione un sentimento favorevole alla guerra. Titolo del film: 'War Made Easy' (La guerra in parole semplici). Sottotitolo: 'How Presidents and Pundits Keep Spinning Us to Death' (come i presidenti e i sapientoni continuano a imbambolarci a morte).

mercoledì 19 marzo 2008

Tornano i REM con il nuovo album "Accelerate".

Supernatural superserious è il singolo con il quale i REM hanno presentato il loro nuovo lavoro, "Accelerate". Il tutto in una grande anteprima, per la quale hanno scelto la trasmissione di Raitre "Che tempo che fa" (una delle poche che si salva, nella televisione attuale) condotta da Fabio Fazio, domenica scorsa.
In Italia il disco uscirà il 28 marzo, 5 giorni prima dell'uscita negli Stati Uniti, loro paese d'origine!!



In effetti l'Italia è uno dei paesi dove il gruppo di Michael Stipe è stato da sempre più apprezzato. Devo dire con orgoglio che anche Catania ha avuto la sua parte in questo. Ricordo a tutti uno dei pochissimi concerti tenutosi allo Stadio Cibali, nel 1995, che fu proprio dei REM. Pensate che per quella data furono supportati da un (ai tempi) gruppo emergente. Si chiamavano i RADIOHEAD.
Tutto questo grazie al fatto che mentre nel resto dello Stivale, gli album "Automatic for the people" (1992) e "Monster" (1994), due autentici capolavori, vendevano a stento 1000 copie. Solo nel Capoluogo etneo le vendite stavano a 8000. Questo è stato sempre uno degli aspetti per i quali questa città e la sua gente ancora non è del tutto "perduta": l'amore e la produzione di VERA musica.
Tra qualche giorno potremo gustarci questo nuovo album, Accelerate. 4 anni dopo "Around the sun", Michael Stipe, Peter Buck e Michael Mills, ci regalano un album probabilmente nel più puro "stile REM", ma sicuramente molto più intellettuale ed "ermetico" (anche perchè è stato prodotto solo in 9 settimane!!). Il titolo è emblematico, come ha spiegato lo stesso Stipe (invecchiato ma sempre grande) nell'intervista con Fazio.



Per finire, ecco la tracklist di questo nuovo disco.
Accelerate, REM, 2008, prod. Jacknife Lee, etichetta WB.
  1. Living Well Is the Best Revenge
  2. Man-Sized Wreath
  3. Supernatural Superserious
  4. Hollow Man
  5. Houston
  6. Accelerate
  7. Until the Day Is Done
  8. Mr. Richards
  9. Sing for the Submarine
  10. Horse to Water
  11. I'm Gonna DJ

martedì 18 marzo 2008

L'impegno degli Amici di Beppe Grillo per SONIA ALFANO Presidente.

Domenica scorsa i "Grilli dell'Etna", Meetup catanese di Beppe Grillo, hanno organizzato una giornata di propaganda elettorale per Sonia Alfano, candidata della lista civica "Amici di Beppe Grillo" alle prossime elezioni regionali il 13 e 14 aprile.
La cosa originale di questa giornata è che i volantini venivano distribuiti dalle biciclette, scelte come mezzo "d'azione" per quel giorno. Una scelta secondo me azzeccatissima.



Primo, perchè in sè la bicicletta rappresenta una rivoluzione alla portata di TUTTI, come una rivoluzione è infatti la candidatura di un CITTADINO con problemi DA CITTADINO, e non di un politico da 10.000 Euro al mese. Quanto meno un volto nuovo, delle idee davvero nuove... e visto che peggio di così DAVVERO non si può, è giusto darle fiducia. Il programma di Sonia Alfano parla chiaro. Soluzioni pratiche e funzionali, che favoriscono turismo e ambiente con una spesa minima. Senza avere in mente grandi opere o grandi appalti.
E secondo, perchè basta navigare sul suo sito, per vedere che grande PERSONA abbiamo la possibilità di portare a capo della nostra Regione. Si vede dalle piccole cose, banalità (in apparenza) MA importanti: ad esempio, tutti i "grandi nomi" hanno stampato milioni di volantini patinati e ovviamente di carta non riciclata. Sempre loro e tanti altri attaccano manifesti nei posti più ignobili, deturpando le città.
Molti dei volantini per il voto a Sonia Alfano, sono semplici fotocopie, come quelle distribuite durante questo ciclovolantinaggio, e lei stessa nel suo sito dice testualmente: "Ricordiamo che e’ assolutamente VIETATO imbrattare la citta’ mettendo i manifesti fuori dagli spazi appositi. E’ illegale e soprattutto e’ sbagliato per la citta’ stessa. Ad una maggiore pubblicita’ preferiamo una effettiva coerenza nel rispetto della collettivita’. Diamo l’esempio, visto che nessuno vuole farlo."

Guardate infine questo video. QUI c'è tutto. Tutto. Traspare davvero quanto NOI (Sonia compresa) siamo STANCHI.



Qualche altro link interessante sulla candidatura di Sonia Alfano:
Io ho trovato finalmente CHI votare alle prossime elezioni regionali. C'è tempo fino al 13 e 14 aprile per pensarci, ma non ci vuole molto, quando le scelte che si hanno attorno, da destra a sinistra, corrispondono a vecchie idee e vecchie fregature.

lunedì 17 marzo 2008

Filoirlandesi e filobirrai unitevi! Happy St. Patrick's Day!

In quanto letteralmente MALATO di Irlanda, questo per me è un giorno "sacro", anche se mischiato al "profano" di chi come me (purtroppo) non è autoctono del paese del trifoglio. Ma visto che sono tanto innamorato di questa magnifica nazione, non potevo non dedicare un post alla sua festa più rappresentativa: balli, canti, birra... e almeno un vestito verde addosso. (non a caso oggi scrivo in verde).

Curiosamente il Saint Patrick’s Day nacque come celebrazione negli Stati Uniti, dove la comunità irlandese di Boston organizzò una parata nel 1737. Indossare il verde, come dicevo, porta fortuna (pena pizzichi per tutto il giorno da chiunque) e anche berlo! La speciale birra per questa giornata viene infatti colorata di verde e bevuta sulle note della tradizionale musica irlandese. In alcune città americane vengono dipinte di verde le strisce stradali. A Chicago addirittura il Chicago River viene tinto di verde, prendendo spunto da un accadimento del 1962, allorché gli addetti al controllo dell'inquinamento usarono una tinta verde per rintracciare scarichi inquinanti nel fiume. Per quello che riguarda invece i FIUMI di birra, stasera non sarà per me un problema, visto che fortunatamente, qui a Catania, abbiamo due Pub che si definiscono "irlandesi". Ora non voglio fare nomi (i catanesi già sanno di che posti parlo) ma con i VERI Pub hanno ben poco a che vedere. In ogni caso sono bei posti, dove ovviamente, ogni 17 marzo, è festa grande. Gruppi di musica tipica irlandese, celtica e medievale, gadget vari, e pinte su pinte di Red, Stout, o qualsiasi tipo di birra preferiate. Ancora una volta, peccato non stare in Irlanda, dove la Guinness ogni anno organizza il Guinness Storehouse Festival.

Ma questo San Patrizio, chi era?? San Patrizio, il cui vero nome si narra sia Maewyn Succat, nacque tra il 387 e il 392 in Scozia, per poi trasferirsi in Irlanda. Qui, per sei anni, lavorò di pastorizia e nel frattempo però apprese la lingua Gaelica e tutte le pratiche dei druidi. Divenuto vescovo, iniziò a convertire la popolazione dal paganesimo al cristianesimo, così come volle Papa Celestino, che lo battezzò poi come San Patrizio (dalle parole latine pater civium, ovvero padre del suo popolo), e gli affidò la missione di estirpare dall'Irlanda il paganesimo e convertire l'intera nazione alla cultura cattolica. San Patrizio fu spesso minacciato di morte, catturato e condannato, ma riuscì comunque a portare avanti la sua missione in nome di Dio. Trattò con i Druidi per affiancare una simbologia cristiana alla festa celtica di Beltaine (1° maggio) che celebrava il ritorno dell'estate. Di qui il simbolo del sole aggiunto sulle croci celtiche. La sua opera fu così grandiosa che oltre sessanta chiese furono costruite in suo onore, la più importante delle quali si trova a Dublino (St. Patrick's Cathedral) e divenne ben presto un eroe nazionale, oltre che patrono d'Irlanda. Molte sono le leggende che lo vedono protagonista, ome quella che narra il motivo dell'assenza dei serpenti in Irlanda, secondo la quale fu lui a cacciarli in mare. Oppure quella del celeberrimo pozzo di San Patrizio, così chiamato perchè si dice custodisse un pozzo senza fondo, da cui si aprivano le porte del Purgatorio (in Italia abbiamo un Pozzo di San Patrizio, situato a Orvieto. Visitatelo perchè ne vale la pena). La leggenda vuole inoltre che un giorno egli spiegò ai suoi fedeli il concetto della trinità sfogliando i petali di un trifoglio (tre foglie originanti da un unico stelo) che divenne subito il simbolo nazionale.
Per finire ecco uno degli scritti del Santo, che furono apprezzati per la loro schiettezza e semplicità, tra i quali ricordiamo la "Benedizione del Viaggiatore Irlandese" (Irish journey blessing):

"May the road rise to meet you,
may the wind be always at your back,
may the sun shine warm upon your face,
and the rains fall soft upon your fields and,
until we meet again,
may God hold you in the palm of His hand."

"Sia la strada al tuo fianco,
il vento sempre alle tue spalle,
che il sole splenda caldo sul tuo viso,
e la pioggia cada dolce nei campi attorno e,
finché non ci incontreremo di nuovo,
possa Dio proteggerti nel palmo della sua mano."

Éire go brách!!! (Ireland forever)

sabato 15 marzo 2008

La Domenica delle Palme. Morte.

"Il giorno seguente, la gran folla che era venuta per la festa, udito che Gesù veniva a Gerusalemme, prese dei rami di palme e uscì incontro a lui gridando: Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d'Israele!"
...Sono passati 2000 anni dalla prima Domenica delle Palme, ora, nel 2008, è rimasta solo la domenica. In molte città Italiane, infatti, le palme stanno morendo. E proprio come in una classica piaga biblica, si è abbattuto sulla nostra Nazione il Punteruolo Rosso, al secolo Rhynchophorus Ferrugineus, un coleottero originario dell'Asia.

A seguito del commerco di Palme, ovviamente a basso costo, dall'Africa o dal medio oriente, fino in Italia, si sta espandendo come un virus stabilendosi e riproducendosi proprio in queste piante, compromettendo quindi la bellezza di piazze, parchi, lungomare e viali di molte città della nostra Penisola. Ma l'infestazione da Punteruolo Rosso, essendo spesso asintomatica si manifesta solo in fase terminale, quando questo parassita di palme ha ormai fatto il suo sporco lavoro.
Immagine riccorente eh? Alberi secolari e comunque decorativi, belli, come le palme, stanno scomparendo a macchia d'olio, senza che di fatto si possa trovare una cura efficace al 100%. Le colonie di insetti si spostano velocemente da palma a palma, e la cosa triste è che nonostante DA BEN TRE ANNI si era a conoscenza di questo problema, le amministrazioni ITALIANE, come sempre incuranti di QUALSIASI cosa riguardi la salvaguardia dell'ambiente, solo ora (tardi) stanno prendendo qualche provvedimento (abbattimento, sigillazione, incenerimento).
In effetti c'è poco da fare, a parte segnalare all'ufficio preposto (basta consultare il sito web del proprio comune) le palme chiaramente in cattivo stato, anche, e sopratutto, nel proprio giardino.
Probabilmente però esiste una cura contro il punteruolo rosso. Il Servizio Fitosanitario, per le piante colpite, ha suggerito di impiegare insetticidi contenenti uno dei seguenti principi attivi: DELTAMETRINA, DIAZINONE, PIRETRINE. Il loro impiego va ripetuto più volte e deve avvenire nel rispetto delle norme di sicurezza, tenendo conto che vanno immediatamente estirpate e incenerite - con tutto il materiale di risulta - le palme che presentano sintomi anche iniziali di infestazione.

Ecco dei link utili in proposito.
Per finire, uno scatto degno del miglior paparazzo che becca i due succhiapalme che fanno zozzerie. :D

giovedì 13 marzo 2008

La segreteria dell'istituto psichiatrico "pre elettorale".

Elezioni 2008: politiche, amministrative, regionali, provinciali, rionali e condominiali. Tutti si dimettono e si ricandidano, tutti fanno la corsa a chi si accaparra quel voto in più... e gli elettori invece sono coscienti del dolore sciatico che improvvisamente comparirà dopo essere usciti dalla cabina elettorale. Come sempre.
E prontissima la satira e l'ironia, arriva anche per i cellulari, questa simpatica "segreteria telefonica" di un improbabile istituto psichiatrico di salute mentale. Ecco un video divertente in proposito, e il file scaricabile in mp3.



Segreteria.mp3

Se ricordate, quasi due anni fa, durante l'ultima campagna elettorale, Giovialità Berlusconi aveva gridato, probabilmente non sapendo più a cosa appigliarsi per vincere, che tutti quelli che avrebbero votato a sinistra erano dei coglioni. Assurdo.
Recentemente si è espresso in un altro suo gesto plateale e a modo suo carismatico e significativo, strappando pubblicamente (ovviamente ripreso dalle telecamere, anche quelle non sue) i fogli del programma del Partito Democratico (si vede nell'ultima parte del video sopra). Cosa c'è scritto in quel programma non mi interessa, personalmente sono stanco di programmi generosi e "contratti con gli italiani". Probabilmente, quando vedrò qualcosa di intelligente fatta per questo paese, comincerò a interessarmene.
In ogni caso Silvietto nazionale apre così la sua campagna elettorale, in maniera arrembante, aggiungendo "Il loro programma è solo carta straccia" o anche "Che inizi una primavera di libertà". Forse ricorda ancora la canzone "Giovinezza, giovinezza, primavera di bellezza..."!! Tremo al solo pensiero.

Prontamente ha risposto il PD, ovvero Rivoluzione Veltroni, che ha detto: "non risponderò alle provocazioni né oggi né domani". "Noi non stracciamo i programmi altrui, ma li leggiamo e li rispettiamo. Strappare i programmi altrui fa tristezza, la cosa peggiore è quando si stracciano i propri perché non si rispettano".
Giustissimo. In un paese democratico, Berlusconi si è dimostrato anticostituzionale.
Forse, in tutta la sua cultura non ha mai sentito una bellissima frase di Voltaire, che dice:

"Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo."

mercoledì 12 marzo 2008

Meteora della settimana: SCATMAN.

Balbettìi impronunciabili, look da old gentleman, vita da jazzista vagabondo. Questo era John Paul Larkin, al secolo semplicemente... SCATMAN!



Come non ricordarsi di lui? La sua incredibile velocità di articolazione dei suoni, favorita dalla sua balbuzie, unita ai ritmi della musica dance anni 90, lo hanno portato nell'olimpo delle vendite. In poche settimane, il singolo "I'M SCATMAN" raggiunge i primi posti in mezzo mondo e vende 6 milioni di copie.
Ma come nasce questo successo? Siamo nel 1994, e Mr. Larkin si trova per lavoro in Norvegia. Durante un concerto, i suoi arrangiamenti canori si trasormano in quello che poi è stato il tormentone dell'estate successiva, creando quasi un nuovo genere musicale, lo "scatting", un misto tra Scat appunto, rap e jazz.
Un successo quasi inaspettato per questo simpatico pianista californiano, allora 52enne, che dopo una vita di concertini in giro per il mondo, si vede arrivare in pochi mesi 14 dischi d'oro e 18 di platino. Nessun album successivo al suo "Scatman's World" ha eguagliato questi numeri.
Che fine ha fatto? Brutta. Già dal 1998 era in lotta con la malattia che lo avrebbe portato alla morte; Scatman infatti continuò a lavorare nonostante gli fosse stato più volte consigliato di ridurre il carico di impegni e fatica, soprattutto per curare meglio la sua salute. Poco dopo gli fu diagnosticato il male che da un po' lo faceva soffrire: un cancro al polmone, che lo costrinse presto a un trattamento intensivo. John Paul Larkin morì il 3 dicembre 1999, nella sua casa di Los Angeles.
In un intervista del 1996 aveva detto: "Io spero che i bambini, mentre ascoltano le mie canzoni o ci ballano sopra, sentano che la vita non è tutta così brutta. Anche solo per un minuto".

Ecco il testo della sua "Scatman (Ski-Ba-Bop-Ba-Dop-Bop)".
Everybody stutters one way or the other
So check out my message to you.
As a matter of fact don't let nothin' hold you back.
If the Scatman can do it so can you.
Everybody's sayin' that the Scatman stutters
But doesn't ever stutter when he sings.
But what you don't know I'm gonna tell you right now
That the stutter and the scat is the same thing.
Yo I'm the Scatman.
Where's the Scatman ? I'm the Scatman.
Why should we be pleasin' all the politician heathens
Who would try to change the seasons if they could?
The state of the condition insults my intuitions
And it only makes me crazy and my heart like wood.
Everybody stutters one way or the other
So check out my message to you.
As a matter of fact don't let nothin' hold you back.
If the Scatman can do it brother so can you.
I'm the Scatman.
(Scatting by Scatman John)
Everybody stutters one way or the other
So check out my message to you.
As a matter of fact don't let nothin' hold you back.
If the Scatman can do it brother so can you.
I'm the Scatman.
I hear you all ask 'bout the meaning of scat.
Well I'm the professor and all I can tell you is
While you're still sleepin' the saints are still weepin' cause
Things you call dead haven't yet had the chance to be born.
I'm the Scatman.
(Scatting by Scatman John)
I'm the Scatman....repeat after me
It's a scoobie oobie doobie scoobie doobie melody
I'm the Scatman....repeat after me
It's a scoobie oobie doobie scoobie doobie melody
(Scatting by Scatman John)

lunedì 10 marzo 2008

Come non pagare il Canone Rai. DICIAMO BASTA!

Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2009.

Il canone RAI è una delle tasse più inutili che mente (dis)umana abbia potuto concepire. Almeno, lo è sicuramente da 10 anni a questa parte, e forse qualcosina in più, da quando è cresciuto l'accanimento degli Italiani nei confronti della televisione, perchè anche coloro che non guardano la TV (gente che, visto quello che c'è in ultimamente in TV, cresce in maniera esponenziale) sono costretti a pagarlo. Perfino chi si abbona a SKY, per usufruire di un servizio nettamente superiore a quello delle emittenti pubbliche, è costretto a pagare, e non può fare niente per disdire il canone, visto che con l'abbonamento alla "satellitare" ha dovuto per forza depositare i suoi dati.

In particolare il, "regio decreto" del 1938, da allora IMMUTATO, dice che la tassa è applicabile a tutti gli apparati atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo.
Radio, videoregistratori, apparecchi anche solo presi a noleggio, televisori portatili, e ovviamente personal computer, è tutto POTENZIALMENTE TASSATO o tassabile.
Rispetto all'anno scorso, ci sarà un ulteriore aumento, quindi bisognerà pagare 109 euro (ricordo che in lire, la cifra era di 100 mila lire). 109 euro assolutamente regalati a un'emittente che, dal punto di vista un "utente", sembra essere assolutamente manovrata dallo stato e da chi manovra quest'ultimo, con una DISINFORMAZIONE che fa paura e, tra l'altro, spazi dedicati alla pubblicità degni della peggiore rete privata. (guardate questo video del grande Marco Travaglio)



BASTA!!! ECCO COME NON PAGARE IL CANONE RAI. Legalmente, ovvio!
  • Quando si acquista un apparecchio "atto alla ricezione ecc...ecc..", non dare i dati personali al negoziante, cosa che si può fare invocando la privacy, o semplimente "minacciando" di non comprare più il dispositivo.
  • Non fatevi consegnare direttamente il televisore a casa, ma portatevelo via o fatelo consegnare a un parente/amico che già paga il canone.
  • Se avete fatto tutto questo o per qualsiasi altro motivo NON DOBBIATE pagare il canone, ignorate qualunque lettera dalla RAI o chi per lei, soprattutto se non sono Raccomandate. Qualche volta quei simpaticoni prendono a caso l'elenco dei redisenti, guardano quelli che non hanno abbonamento, e nella speranza di "stanare" qualche INFEDELE, ci provano.
  • Se vi vengono a cercare a casa, senza un regolare permesso e/o mandato NON POSSONO in alcun modo varcarne la soglia. (Un Giudice, tra l'altro, non firma spesso mandati tanto inutili)
Piccola parentesi: spesso noi consumatori ci troviamo con le spalle al muro, siamo quasi obbligati a pagare per non avere. Una delle cose positive di internet, è che proprio noi fruitori di servizi possiamo commentare liberamente ciò che non ci va bene, o ciò che ci piace di più. Possiamo anche avere accesso a diversi canali, gratuitamente. Ecco alcuni dei i migliori servizi che la rete offre:
  1. Altroconsumo, la prima e più diffusa associazione di consumatori in Italia. Tra l'altro, per chi si iscrive (gratis), due mesi e due regali in omaggio.
  2. Ipsos Italia. Sondaggi e opinioni dei consumatori.
  3. Mondo di Opinione
  4. Live Player:Guardare Canali TV liberamente e gratuitamente.


Se invece già pagate l'abbonamento RAI, ci sono due possibilità per far cessare questa estorsione.

  • Cessione del televisore a terzi (magari a chi paga già il canone, visto che la tassa fortunatamente non si basa sul numero di apparecchi posseduti): compilare la cartolina D (B se è recente) precompilata allegata al libretto di "abbonamento" nella parte 1 indicando i dati del nuovo possessore o detentore, ed inviarla SENZA BUSTA in Raccomandata con Ricevuta di Ritorno entro il 31 Dicembre.
  • Sigillazione del Televisore: Vaglia Postale Interno indirizzato a S.A.T. - CASELLA POSTALE 22 - 20121 TORINO indicando la causale "diritti per spese chiusura apparecchio televisivo, ruolo n. XXXXXXX"
    Il numero di ruolo è indicato nel libretto di abbonamento e nei bollettini di pagamento del canone. Compilare la solita cartolina D (B se è recente) allegata al libretto di abbonamento nella parte 2, indicando il numero del Vaglia, la data del Vaglia e la data, firmate e fate una fotocopia, inviate la cartolina in Raccomandata con Ricevuta di Ritorno senza busta, almeno qualche settimana prima del 31 Dicembre. Conservate la ricevuta della Raccomandata e la fotocopia.
    Dopo aver ricevuto la cartolina di ritorno, spedite in Raccomandata con Ricevuta di Ritorno il libretto di abbonamento, togliendo le ricevute dei versamenti che avete pagato negli ultimi 10 anni.
In quest'ultimo caso, la cosa tragicomica sta nel fatto che difficilmente verranno poi a sigillarvi l'apparecchio! L'operazione di "suggellazione" prevista dalla legge consiste nel fatto che la Guardia di Finanza dovrebbe direttamente venire (senza per forza entrare in casa, come dicevo prima) e sigillare la tv in un sacco. Ma penso che allo Stato, probabilmente conviene di più un televisore acceso, tramite il quale il controllo informativo dei "sudditi" può avvenire, che uno sigillato.
Molti poi, nelle raccomandate, specificavano di volere il solo sigillo per i programmi RAI, ma queste venivano rifiutate. Strano, perchè questa è una cosa LEGITTIMA in un paese che si dice essere democratico, sopratutto se consideriamo il fatto che nessuno (con referendum o altro) a "chiesto" alla RAI di trasmettere.
Ma per la famosa legge del 1938 ancora in vigore, come dicevo, basta possedere un ricevitore.

Personalizza il tuo vino

Ho parlato in questo post di "libretto di abbonamento". In molti non lo possiedono. In entrambi i casi, ECCO UNA UTILE PAGINA dove viene spiegato come agire in presenza del libretto o meno.

Molti degli utenti del blog scrivono per problemi legati alla visita del famigerato funzionario RAI: grazie a un attento lettore, ho scoperto un'interessante pubblicazione dell'ADUC, su come agire in questi casi:

Visita a domicilio di un funzionario Rai. Questi chiede di entrare in casa per controllare se esistono apparecchi televisivi. Alla fine della visita consegna un cedolino per il pagamento del canone/tassa e chiede una firma per ricevuta. Ma attenzione: quella firma non e' per ricevuta del cedolino, ma una vera e propria dichiarazione in cui si ammette di avere una Tv. Sulla base di questa firma, la Rai intimera' il pagamento del canone, con minaccia di pignoramenti, fermi amministrativi, ecc.
Come difendersi
1. il funzionario Rai non ha alcun diritto di entrare in casa di un privato cittadino. Lo possono fare solo le forze dell'ordine su mandato dell'autorita' giudiziaria. Pertanto, si potra' invitare il funzionario Rai ad andarsene. Se insistesse, chiamare il 113.
2. Non firmare MAI tutto cio' che e' offerto da un funzionario Rai. Ritirare eventualmente il cedolino, qualora il funzionario insistesse, e farne l'uso che si crede (segnalibro, carta da riciclare, ecc.).
3. Per i cittadini piu' indignati. Se possibile, invitare un testimone ad assistere alla conversazione con il funzionario. Quando e se chiedera' la firma "per ricevuta" del cedolino (nascondendo il fatto che in realta' vi spinge con l'inganno a firmare un'autodichiarazione di colpevolezza), fare un esposto alla Procura della Repubblica (il testimone potra' corroborare questa versione dei fatti).

Gli altri consigli li trovate a cliccando QUI.

domenica 9 marzo 2008

La vera storia dei Carmina Burana. Peccati, misteri e goliardia.

Ma anche la vera storia di uno dei componimenti più spettacolari della musica.
In quanto masticatore onnivoro di tutto ciò che è musica, amo studiare le varie sfaccettature dei vari generi. Da qualche tempo mi sono appassionato a un'opera che molti conoscono, ma della quale pochi sanno il vero significato, la provenienza e l'autore. Tutti la conosciamo come una sinfonia. Ma in realtà non sono altro che racconti e poesie, "I" Carmina Burana, appunto.
Carl Orff (compositore, Monaco di Baviera, 1895 – 1982) le musicò nel 1937. Un'operazione grandiosa, che ha dato le note a parole che non erano state scritte con l'intento di cantarle. Ecco un video con il testo originale e la traduzione in inglese.



Convento di Benediktbeuern, ai piedi della montagna Benediktenwand, Baviera del 1230. Il Gotico medioevo tedesco attraversava il suo massimo splendore; e mentre in Italia, Dante vagava per i gironi dell'Inferno, e la Chiesa di Papa Innocenzo III è sempre più corrotta alla politica, col realismo e l'esasperazione grottesca conviveva spesso anche la più raffinata idealizzazione lirica, per esempio nelle figure di personaggi signorili, di grande compostezza formale e privi di connotazioni psicologiche specifiche. Privi del senno invece (o forse con TROPPO senno), gli studenti "girovaghi" del convento, i CLERICI VAGANTES, ribelli nei confronti delle imposizioni della Chiesa e inclini quindi al vizio e alla goliardia più sfrenata, cominciano a comporre uno dei manoscritti più significativi del Basso Medioevo. Il "Codex Latinus Monacensis".

A lume di candela, con la loro innata arte amanuense e con qualche bicchiere di vino, i cherici scrivono racconti erotici, goliardici, ma anche religiosi e spesso blasfemi, redatti completamente in Latino e alto tedesco.
315 componimenti poetici su 112 fogli di pergamena decorati con miniature.
Ecco le sezioni in cui sono suddivisi i vari "canti".

* Carmina moralia (1-55), argomento satirico e morale;
* Carmina veris et amoris (56-186), argomento amoroso;
* Carmina lusorum et potatorum (187-228), canti bacchici e conviviali;
* Carmina divina, argomento moralistico sacrale (parte aggiunta nel XIV secolo).

Temi come la fortuna, che aleggia su tutta l'opera, invocata sempre come dannazione e godimento di tutti gli uomini, o l'amore esplicitamente carnale, o ancora storie tragiche.
Non si seppe più nulla del manoscritto, nonostante la storia dell'Abbazia di Benediktbeuern fu travolta da eventi tragici. Nel 1490, un grande incendio distrusse gli edifici conventuali centrali. Ci fu la Guerra dei Trent'Anni, e dopo il divenne una fabbrica di vetro. Successivamente passò al regno di Baviera che lo adibì a caserma, ospizio per invalidi, ospedale militare e prigione.
Il "Codex Latinus Monacensis" (poi ribattezzato in Carmina Burana nel 1837 da Johann Andreas Schmeller) rinvenne soltanto nel 1803.

E' difficile sapere cosa mai ci fosse celato in quelle parole così eccelse, ma al contempo così frivole, cangianti. Cangianti e mutevoli, come la luna...

FORTUNA IMPERATRIX MUNDI

O Fortuna, velut luna, statu variabilis, semper crescis aut decrescis; vita detestabilis nunc obdurat et tunc curat ludo mentis aciem, egestatem, potestatem dissolvit ut glaciem.

Trad.:Oh fortuna, cangi di forma come la luna, sempre cresci o cali. L'odiosa vita ora abbatte ora conforta a turno le brame della mente, dissolve come ghiaccio miseria e potenza.

Attualmente il manoscritto si trova nella Biblioteca Nazionale di Monaco di Baviera.

giovedì 6 marzo 2008

Un appuntamento con Scarlett Johansson? Niente paura, adesso c'è l'asta su Ebay!

La seconda donna più desiderata al mondo. La musa di Woody Allen (e di tanti altri), colei che è ormai la Marilyn Monroe del 2000. Tutti quelli come me che amano alla follia Scarlett Johansson, ora hanno la speranza di poter avere un appuntamento con lei.
Come? Beh basta avere molti molti soldi, e partecipare a QUESTA ASTA DI EBAY.
Il vincitore otterrà un trattamento da VIP (limousine, make up e altre sciccherie) in occasione della prima del nuovo film “He's just not that into you”, nel corso del quale si trascorrerà un po' di tempo con l'avvenente Scarlett, e se questo non dovesse bastare, con gli altri attori presenti nel film, Drew Barrymore, Jennifer Connelly, Ben Affleck o Jennifer Aniston.
Ma ecco il video di promozione per una delle aste più singolari dell'anno... grazie al quale un ricco fortunato potrà permettersi un'appuntamento con la mia attrice preferita in assoluto.



Mancano sei giorni alla chiusura dell'asta, nel momento in cui scrivo questo post, e la massima offerta è di 30.000 DOLLARI. La pagina è molto fornita, comprese anche delle "domande frequenti" molto particolari, tra le quali ne spicca una dove si chiede se il costo della vincita sia o no deducibile dalle tasse.
Per coloro che non riuscissero a vincere (come se ci si dovesse "riuscire") il 24 aprile uscirà anche in Italia "L'altra donna del re" (The Other Boleyn Girl), che narra della vicenda che ha visto Maria e Anna Bolena contendersi il Re Enrico VIII d'Inghilterra, interpretato da Eric Bana. Che con un film ha suscitato l'invidia di molti. Scarlett Johansson e Natalie Portman che si contendono un solo uomo. Devo aggiungere altro? No.

Tornando all'asta, perchè questa iniziativa? Il tutto è fatto in favore dell'associazione umanitaria Oxfam, della quale Scarlett è forte sostenitrice. A questo punto direi MENOMALE che abbiano offerto SOLO un incontro!!! Offrendo "altro", la povertà nel mondo sarebbe stata debellata per sempre.

AGGIORNAMENTO 14/03/2008:
L'asta è finita e un certo "bossnour", (questo il nickname) ebayer inglese, si è aggiudicato l'appuntamento con scarlett johansson per SOLI $ 40.100!! COMPLIMENTI!

martedì 4 marzo 2008

Manifesti elettorali 2008. I denti stretti dei politici reietti.

Almeno... per me lo sono. Basta con le stesse facce! Gli stessi slogan, le stesse buone intenzioni, gli stessi antipaticissimi sorrisetti di giganti primi piani. Già non sono d'accordo con i manifesti pubblicitari ovunque. Ancora di meno lo sono quando al posto delle normali pubblicità, sulle quali magari campeggia una bella gnocca, devo vedere QUESTA FACCIA.

Non che io sia di destra o di sinistra, è solo che quest'anno, almeno per ora, Berlusconi ha avuto la decenza di non mettere il suo faccione sempre sorridente neanche se fosse una Barbie, che sembra dire fra i denti del suo perenne sorriso... "Votami, votami... ancora non ho finito con te...".
E' assurdo come poi, gli stessi "onorevoli", che magari nelle loro campagne elettorali parlano di salvaguardia dell'ambiente e sicurezza, permettano che i loro manifesti vengano attaccati OVUNQUE (anche sui segnali stradali) e lasciati là sempre.
L'ultimo giorno pre-elettorale è poi un mare di carta (ovviamente NON RICICLATA) sulle strade. Ci puoi riempire l'album con tutte le facce diverse che trovi sui mini volantini.
I muri, anche nelle vie centrali delle città (Corso Sicilia a Catania è un vero SCEMPIO durante le elezioni) quasi cadono sotto il peso degli strati di manifesti presenti.

Ma a parte questo, si avvicinano le elezioni. E c'è ne per tutti! Governo, Regione, Provincia, Sindaco... e anche qualche condominio. Ci riempite di manifesti?? Bene, ma grazie a internet, alla voglia di democrazia VERA sempre crescente, e alla STANCHEZZA nei confronti di coloro che promettono senza mantenere... nasce la mania del rivedere, parodiare, taroccare, ritoccare qualsiasi slogan politico o manifesto elettorale. Ecco qualche esempio.

Questi sono quelli che ho trovato in rete. Tantissimi altri sono presenti sul sito di Repubblica.
Per finire, ecco i manifesti elettorali ritoccati da me, nel poco tempo libero in cui ho avuto il tempo di farli.
E per l'ennesima volta... Cari DISonorevoli Italiani...

Rock(S)politik with...

USA LA BICI

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons Ariticolo 21

Free Blogger
eXTReMe Tracker

Post di rilievo per argomento

Promozione apertura Gev

Ecologia

Politica e spolitica

East Side Stories
Cultura e Scultura

Povera Italia

Blog Archive

Template by KangNoval & Abdul Munir | blog Blogger Templates